I racconti del lavoro invisibile è un opera-progetto di contaminazione tra diverse discipline artistiche che intende esplorare in chiave crossmediale le trasformazioni del lavoro contemporaneo a partire dalle donne, dalla natura gratuita, flessibile, affettiva e relazionale del loro operare: dimensioni di cura trasformate in pratiche produttive che hanno riformulato l’intera struttura del mondo del lavoro, coinvolgendo allo stesso tempo donne e uomini.

ABC della precarietà

di / 14 febbraio 2015

ABC precarietà_coper

Un esercizio di “significazione delle parole”, di declinazione del senso delle espressioni che usiamo per definire l’agire e lo stare di chi vive e lavora nella precarietà. Il laboratorio organizzato a Firenze nel dicembre 2013 da Il Giardino dei Ciliegi, la Società delle Letterate, Le Acrobate e Corrente Alternata ha riunito un folto gruppo di precarie della conoscenza (soprattutto, ma non solo).

Ne è scaturito un libriccino prezioso, in cui il punto di vita femminile risignifica nell’orizzonte contemporaneo parole come Appartenenza, Relazioni, Corpo, Diritti, Tempo, Conflitto, oppure si va oltre, cercando risposte a domande declinate in ordine alfabetico: C di “Che lavoro fai?” oppure di “Crisi che fare?”. Una costruzione che rimbalza in decine di  “P: parole e punti di vista”, di cui vi proponiamo un estratto, da scaricare in formato Pdf:

ABC precarietà

 

 

  • condividi:

Comments