I racconti del lavoro invisibile è un opera-progetto di contaminazione tra diverse discipline artistiche che intende esplorare in chiave crossmediale le trasformazioni del lavoro contemporaneo a partire dalle donne, dalla natura gratuita, flessibile, affettiva e relazionale del loro operare: dimensioni di cura trasformate in pratiche produttive che hanno riformulato l’intera struttura del mondo del lavoro, coinvolgendo allo stesso tempo donne e uomini.

La femminilizzazione in un gesto. Di rivolta

di / 14 febbraio 2015

Il gesto femminista_coper

Questo libro parla di un gesto.

Del gesto che per tutti gli anni Settanta i collettivi e i movimenti delle donne, soprattutto in Italia ma non solo, hanno praticato ed esibito nella scena pubblica, nei cortei, per strada, nei tribunali, nelle università, di fronte al Parlamento, nelle assemblee.  (…) Un gesto trasversale, che serpeggia nelle mani delle donne, che si fa con le mani delle donne, che sembra non ricalcare la frammentazione della ricca (e conflittuale) galassia politica dei movimenti di quegli anni. Un gesto nel quale tante, tantissime donne si sono riconosciute…

Di questo libro prezioso, collezione di saggi e testimonianze, ricordi e analisi, da leggere tutti, che l’editore Derive Approdi ha pubblicato lo scorso anno con il titolo Il gesto femminista. La rivolta delle donne: nel corpo, nel lavoro, nell’arte vi proponiamo il saggio di Cristina Morini, Quel corpo sono io. Dal femminismo insegnamenti di resistenza al biopotere, da scaricare e leggere in formato Pdf.

Morini_Quel corpo sono io

 

 

  • condividi:

Comments