I racconti del lavoro invisibile è un opera-progetto di contaminazione tra diverse discipline artistiche che intende esplorare in chiave crossmediale le trasformazioni del lavoro contemporaneo a partire dalle donne, dalla natura gratuita, flessibile, affettiva e relazionale del loro operare: dimensioni di cura trasformate in pratiche produttive che hanno riformulato l’intera struttura del mondo del lavoro, coinvolgendo allo stesso tempo donne e uomini.

Babelmed

1 marzo 2015

Schermata 2015-03-02 alle 20.59.55

Rilanciato su Babelmed l’articolo dedicato a The flower bridge scrito per I racconti del lavoro invisibile in occasione della proiezione del film di Thomas Ciulei alla Casa internazionale delle donne, il 12 febbraio 2015, in occasione dell’incontro Parole e immagini – Il lato invisibile della migrazione.

Da leggere di Babelmed.net 

  • condividi: