I racconti del lavoro invisibile è un opera-progetto di contaminazione tra diverse discipline artistiche che intende esplorare in chiave crossmediale le trasformazioni del lavoro contemporaneo a partire dalle donne, dalla natura gratuita, flessibile, affettiva e relazionale del loro operare: dimensioni di cura trasformate in pratiche produttive che hanno riformulato l’intera struttura del mondo del lavoro, coinvolgendo allo stesso tempo donne e uomini.

Il gesto femminista

di / 9 marzo 2015

Il gesto femminista fa parte del percorso di realtà aumentata costruito per il progetto I racconti del lavoro invisibile e accessibile attraverso QR codes dislocati nella Casa internazionale delle donne di Roma.

Il gesto femminista

Questo video mostra un gesto.

Il gesto che per tutti gli anni Settanta i collettivi e i movimenti delle donne hanno praticato ed esibito sulla scena pubblica, nei cortei, per strada, nei tribunali, nelle università, di fronte al Parlamento, nelle assemblee.

Il gesto che più di ogni altro dice che “il personale è politico”.

Il gesto femminista per eccellenza.

Le immagini, girate l’8 marzo 1977, un 8 marzo speciale, che nessuna delle donne che vi ha preso parte ha mai dimenticato, sono tratte da La festa delle donne, prezioso documento senza sonoro conservato all’Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico, e sono state selezionate da Cristiana Scoppa e Milena Fiore.

La traccia sonora è Casting the shadow part 1 di MM2, compositrice e dj della Blackwater Label.

 

via della Lungara 19 - Roma (Casa internazionale delle donne)
  • condividi:

Comments