I racconti del lavoro invisibile è un opera-progetto di contaminazione tra diverse discipline artistiche che intende esplorare in chiave crossmediale le trasformazioni del lavoro contemporaneo a partire dalle donne, dalla natura gratuita, flessibile, affettiva e relazionale del loro operare: dimensioni di cura trasformate in pratiche produttive che hanno riformulato l’intera struttura del mondo del lavoro, coinvolgendo allo stesso tempo donne e uomini.

Lab – Daut Logua

Daut Logua 2

Sono nato nel 1990 in un bel paese sul Mar Nero, repubblica libera e indipendente che nessuno conosce. Si chiama Abcasia (cercate le informazioni su Google!) e da quando mi ricordo il cinema è stato sempre la mia passione. È il miglior modo per raccontare storie. E non si possono raccontare le storie senza i personaggi. Per questo mi interessano le persone e la loro vita. In Italia sono studente della Rondine – Cittadella della pace e sto per finire il Master di Produzione cinematografica (in breve!) all’Università Roma Tre.