I racconti del lavoro invisibile è un opera-progetto di contaminazione tra diverse discipline artistiche che intende esplorare in chiave crossmediale le trasformazioni del lavoro contemporaneo a partire dalle donne, dalla natura gratuita, flessibile, affettiva e relazionale del loro operare: dimensioni di cura trasformate in pratiche produttive che hanno riformulato l’intera struttura del mondo del lavoro, coinvolgendo allo stesso tempo donne e uomini.

Letizia Cortini | Guida il team tra le meraviglie dell’AAMOD

Letizia Cortini

Lavoro dal 2000 alla Fondazione AAMOD curando seminari, corsi, convegni dedicati al trattamento e all’uso didattico delle fonti audiovisive, occupandomi della catalogazione e della valorizzazione del patrimonio dell’Archivio. Sono giornalista pubblicista e per tanti anni, in gioventù, ho collaborato con alcuni periodici, recensendo mostre, rassegne e iniziative culturali. Poi, la passione per la storia del cinema e della fotografia e l’impegno nella conservazione della loro memoria. La prima esperienza all’archivio fotocinematografico dell’Istituto Luce.
Da alcuni anni ho scoperto la gioia di raccontare, mostrare, insegnare agli studenti universitari di discipline archivistiche la bellezza degli archivi di film. Amo la poesia e l’arte. Mi diletto con entrambe.