I racconti del lavoro invisibile è un opera-progetto di contaminazione tra diverse discipline artistiche che intende esplorare in chiave crossmediale le trasformazioni del lavoro contemporaneo a partire dalle donne, dalla natura gratuita, flessibile, affettiva e relazionale del loro operare: dimensioni di cura trasformate in pratiche produttive che hanno riformulato l’intera struttura del mondo del lavoro, coinvolgendo allo stesso tempo donne e uomini.

tutti gli articoli con tag: AAMOD

Archiviando

Archiviando

Il sito di informazione del Forum italiano di archivistica e degli archivisti rilancia l’evento finale de I racconti del lavoro invisibile. Da leggere su Archiviando.

di / 20 febbraio 2015

Trova Eventi

Trova Eventi

La segnalazione dell’evento finale de I racconti del lavoro invisibile su Trova Eventi 

di / 20 febbraio 2015

Il mondo degli archivi

Il mondo degli archivi

Proseguono “I racconti del lavoro invisibile” Dal 26 al 28 febbraio 2015 spettacoli multimediali, tra arte, cinema, musica, teatro… Remixando i filmati storici dell’Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico (AAMOD), […]

di / 18 febbraio 2015

Laboratorio – Primo video!

Laboratorio – Primo video!

Il primo frutto del laboratorio audiovisivo e nomadico, in movimento tra l’Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico, lo studio di Antonio Venti  e di Carlo Antonicelli presso lo spazio […]

di / 17 febbraio 2015

Punto donne

Punto donne

Alla Casa internazionale della Donna di Roma è in corso un mese di eventi: fino al 28 febbraio protagonista assoluto è il lavoro, in tutte le sue sfaccettature e dimensioni. […]

di / 13 febbraio 2015

Repubblica.it

Repubblica.it

Il lavoro e le viti invisibili delle donne di Stefano Petrella Un mese di eventi tra incontri, proiezioni e rappresentazioni teatrali, per raccontare la femminilizzazione del lavoro degli ultimi decenni […]

di / 11 febbraio 2015

Vedove bianche

Vedove bianche

Viaggio della memoria nell’emigrazione italiana tra le due guerre. A ricordare è un’anziana “vedova bianca”, che racconta di quando – lei ancora giovane – il marito partì per l’Argentina lasciandola […]

di / 8 febbraio 2015